Il rimbambito della settimana 3.0

Oddio è troppo facile a questo punto.

Però, se la storia è vera…

Dicono che Mitt sia appassionato di caccia. Che per questo gli piaccia andare in Canada e che si sposti in auto. Me lo immagino dentro una di quelle belle giardinette americane anni 60 con i profili in legno: piena di fucili, munizioni, richiami, occhiali da sole, giubbotti di ricambio, cappelli, stivali. Anche la licenza di caccia (servirà in Canada?).

Sopra l’auto ha sistemato una grande gabbia e all’interno il suo cane preferito, Seamus. Qualche ora di viaggio per arrivare a destinazione. Oddio qualche ora: si parla di dodici. Fuori la tormenta e il cane. Dentro Mitt e musica country a tutto volume. Sembra di essere nella pubblicità dei jeans della Marlboro: l’America è un bellissimo Paese.

All’arrivo, Mitt scende dall’auto, si stira e fa per liberare il cane prediletto, ma si accorge – oh shit! – che quello è mezzo morto, intirizzito per il freddo (saranno cani americani, ma se fa freddo fa freddo e il Canada è il Canada, eccetera).

Allora, grande pensata, Mitt spruzza il cagnone con un po’ d’acqua fresca, simpaticamente, amichevolmente, per svegliarlo un poco.

Apre la gabbia e… Zoooom!

Dicono che il cane sia scappato così velocemente da non lasciar nemmeno capire  da che parte sia andato. E comunque non è più tornato. Manco la Sciarelli lo trova.

Un conservatore compassionevole, solidale e amico degli animali.

Annunci

Informazioni su lamiacasetta

Mi piace prendere in giro la sfiga e riderci sopra. Per questo scrivo.
Questa voce è stata pubblicata in Questa è bella! e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...