la relazione medico-paziente: l’ascolto

Ascolto ed attenzione alla persona: è quello che dovrebbe fare il medico al quale ci rivolgiamo. Prendere in considerazione la persona che il medico ha davanti e fare attenzione a quello che dice e quello che non dice. Questo atteggiamento permette di fare una buona diagnosi.

Sono andato da un dermatologo per un problemino fastidioso ad alcune dita delle mie mani; questo è pressapoco il dialogo (delirante) che ho avuto con lo specialista.

Dermatologo: “è chiaro, si tratta di eritema da contatto. Lei usa detersivi o materiali chimici particolari?”

Io: “No, non uso sostanze particolari con le mani; per eventuali pulizie casalinghe uso  i guanti. Qualche volta maneggio denaro, può essere?”

D: “No, il metallo del denaro non fa questo effetto. Non so perché lei abbia questo problema, ma si tratta di eritema da contatto”.

I: “Cosa mi propone?”.

D. :”Metta questa crema per un po’, poi vedremo; è una crema specifica per l’eritema da contatto”.

I: “Devo fare qualcosa, intanto?”.

D: “No, semplicemente non usi detersivi o materiali chimici particolari”.

Adesso sì che mi sento ascoltato e preso in considerazione…

"Dica pure... La sto ascoltando"

Annunci

Informazioni su lamiacasetta

Mi piace prendere in giro la sfiga e riderci sopra. Per questo scrivo.
Questa voce è stata pubblicata in Robe varie = my mental segues e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...