Micopro

L’altra sera.
Sono in Garibba che mi mangio il cornetto al torroncino. Arriva Micopro.

– Real Madrid e Barselona… troppo forti, partita troppo importante…
– Chi vince? Dico io
– Oddio, bella partita, dicono tutti che vince il Barselona, sono troppo incazzati con Murigno.
– Hai scommesso? Quanto?
– Eh, guarda, ho messo cinquanta euro su la vittoria del Real, che se vince prendo duecinquanta.
– Si, ma hai detto che le previsioni sono per Barselona!
– Esatto! Vedi che non capisci un’ostia? Io gioco al contrario. E’ così che si fanno i schei!
– Non capisco.
– Allora: la favorita è Barselona, ma Real paga di più, quindi metto cinquanta su Real. Metti però che abbiano ragione loro *. Allora ecco la furbata: metto altri trenta su Barselona. Così mi copro.
– Ostia che furbo! Mmm… e con la tua morosa brasiliana come va?
– Lo molada, mi ha stufato.
– Bravo, se una stufa, stufa! E adesso?
– Adesso me fo i cassi mei.
– Giusto!

La partita continua; le due squadre si studiano: hanno paura di perdere e quindi cercano di non scoprirsi. Ma ad un certo punto una delle due oserà di più e, con un po’ di fortuna, farà il goal che la farà vincere. Una o l’altra che importa? Tanto Micopro ha previsto tutto.

Oddio, quasi.
La partita importante, decisiva, che nessuna delle due doveva perdere, non la perde nessuna delle due.
Finisce in pareggio. Risultato: zero a zero e ottanta euro persi.
“Capita”.
Micopro straccia le bollette e va via.

*Loro: parola che indica tante cose, anche diverse. Vuol dire i giornalisti, quelli delle scommesse, gli altri giocatori, il mondo, quelli del Chievo, le donne, il mondo.

Annunci

Informazioni su lamiacasetta

Mi piace prendere in giro la sfiga e riderci sopra. Per questo scrivo.
Questa voce è stata pubblicata in GARIBBA'S WORLD e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

3 risposte a Micopro

  1. Antonio ha detto:

    Ancora Garibba’s world, il nostro giornalista ha una fantasia molto fertile, racconta storie che nessuno sano di mente può credere, ci sono personaggi alla Dylan Dog (si dice così?) , troppo vicini ai racconti di scrittori di fantascienza. Le uniche due donne descritte sono una caricatura, come sono una caricatura i personaggi che affollano questo luogo.Devo ammettere per un attimo, ma solo un attimo, mi sembrava quasi un racconto credibile, anche nei soprannomi, ma poi proprio in questo dettaglio è cascato il nostro “Omero” come si fa a credere ad un personaggio che si chiama Ramon, dai nemmeno nel Messico di Pancho Villa, siamo seri ……..Oppure….. no dai non è possibile

  2. lorenzo ha detto:

    fantastico! Continua così

  3. cokay ha detto:

    Grande la storia si fa avvincente e poi sono interessanti anche i commenti … da non crederci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...